La fola dal sogn (La favola dal sogno)

folaIl progetto “La fola dal sogn” nasce da un laboratorio che ha coinvolto i ragazzi del centro “La nuvoletta bianca” nella scoperta del potenziale emotivo e comunicativo della propria voce messa in scena. Sotto la guida di Riccardo Formaggi, che ha fatto dell’esperimento anche il suo progetto di tesi, i ragazzi hanno costruito progressivamente e in modo partecipato una storia che, date delle linee guida di riferimento generali, potesse lasciar loro anche spazio per l’esplorazione e l’improvvisazione.
Con l’ausilio del racconto, i ragazzi hanno scoperto un modo più consapevole di utilizzare la propria voce per comunicare, narrare una storia a un potenziale pubblico, ma anche divertirsi e stare bene insieme, dando sfogo a sogni, desideri, pensieri che solo lo spazio creativo sa far emergere con spontaneità e naturalezza.
Riferendosi a un passaggio del racconto nel quale i ragazzi scoprono un armadio pieno di vestiti, Riccardo scrive nella sua tesi:
L’armadio diventa lo strumento attraverso il quale poter esprimere i propri desideri nascosti ed aprendo le ante si possono trovare dei vestiti che realizzano un proprio
sogno. Una ragazza durante una sessione di registrazione/dialogo disse: “Io ho trovato un vestito da sposa”. Attraverso quella situazione, immedesimandosi nella sua parte, era riuscita ad evocare il suo desiderio nascosto. Il racconto, libera l’espressione e permette di trasformare sogni in situazioni raccontabili. Lo stesso è successo per un altro ragazzo che è appassionato della raccolta differenziata, dello smaltimento dei rifiuti in generale e in una battuta ha detto: “Io ho guidato il camion del rusco e
sono andato fino a Granarolo!”.
La drammatizzazione e la messa in scena diventano l’espediente per applicare quella che Riccardo chiama “Medicina narrativa” che utilizza esperienze come questa per favorire le relazioni di persone con disabilità intellettiva in tutti i contesti sociali.

Vedi la brochure completa dell’evento (n.b.: 13 MB!)

R.E.T.I. – Lab. di storytelling – Registrazione voci

Un progetto a cura di
Francesco Tonelli, Riccardo Formaggi, Chiara Sorrentino e Laura Bulacu, realizzato in collaborazione con i ragazzi del Centro Socio-Riabilitativo Diurno “La nuvoletta bianca” Coop. La Fraternità (Bologna).

Protagonisti
Riccardo Formaggi
Nadia Basoli
Massimiliano Nascetti
Joel Forlanelli
Andrea Fiore
Fioravante Caruso
Laura Bulacu

Voce narrante e assistenza alla drammaturgia
Tamara Balducci

Ideazione e illustrazione
Marianna Balducci

Animazione e montaggio
Diego Zicchetti

Registrazioni voci, effetti sonori, mix
Marco Mantovani