La Biennale della prossimità è una bellissima opportunità per le comunità e i territori del Sud. Innovazione sociale, politiche culturali, sviluppo sociale di comunità, economia sociale, democrazia e partecipazione, alcune delle parole chiave che sicuramente condivideremo!

Patrizia Bertoni

Segreteria Forum Nazionale del Terzo settore - FQTS

 

Parte la collaborazione tra la Biennale della Prossimità e FQTS, l’iniziativa formativa per il Terzo settore di maggior rilievo nel Mezzogiorno, promossa dal Forum del Terzo settore e da CSV Net con il sostegno di Fondazioe con il Sud, che dal 2007 ad oggi ha formato circa 10.000 persone, con cicli formativi che in questi anni hanno interessato 400-500 persone in ciascuna edizione; e il primo frutto di questa collaborazione consiste nella  piena disponibilità degli organizzatori di FQTS e del suo responsabile scientifico, Andrea Volterrani; a proporre ai corsisti la possibilità di realizzare un project work sui temi della prossimità e, per chi fosse interessato, di portare gli esiti di questo lavoro nella Biennale di Taranto.

 

L’incontro tra la Biennale della Prossimità e i partecipanti a FQTS ha rappresentato un’occasione per costruire spazi possibili di discussione, di presentazione e di valorizzazione delle esperienze dei processi di sviluppo che sono sperimentati nel percorso formativo

Andrea Volterrani

Responsabile scientifico, FQTS

 

Questo è il frutto di una giornata di lavoro a Salerno in cui Daniele Ferrocino e Gianfranco Marocchi, due tra i co-direttori della Biennale della Prossimità, sono intervenuti nell’assemblea plenaria dell’Edizione 2018-2019 di FQTS2020. Quella dei partecipanti a FQTS è senza dubbio una platea che è entrata in immediata sintonia con i contenuti e le proposte della Biennale della Prossimità, dal momento che molti dei partecipanti sono impegnati in prima persona in azioni di prossimità e la collocazione della prossima edizione della Biennale nel Mezzogiorno costituirà sicuramente uno stimolo per la loro partecipazione.

 

Studiamo la prossimità!

L’incontro di Salerno è stata anche l’occasione per proporre il punto della riflessione che la Biennale ha elaborato sul tema della prossimità: cosa intendiamo per prossimità, la prossimità e le istituzioni, la prossimità e il welfare, la prossimità e il lavoro sociale e molto altro!

 

La prossimità non nasce dal ritiro delle istituzioni, dalla carenza di risorse, ma dalla volontà dei cittadini di partecipare e di realizzare prodotti collettivi a vantaggio della propria comunità: questa l’idea chiave dell’intervento di Gianfranco Marocchi (scarica le slide), a cui è seguita la descrizione, da parte di Daniele Ferrocino, del percorso locale e nazionale che si svilupperà nei prossimi mesi portandoci verso Taranto. Anche le Carte della Prossimità hanno aiutato i presenti a concretizzare e riconoscere le iniziative di prossimità che arricchiscono il nostro Paese.

Non vi è che da sperare che questo appuntamento segni effettivamente l’inizio di un intreccio tra il percorso della Biennale e quello di FQTS e che le competenze che caratterizzano l’aula possano contribuire a dare forma, con l’esito dei project work, alla costruzione della Biennale.

 

A Salerno la formazione ha incontrato la “prossimità”. Vogliamo partecipare a questo spazio di crescita e riflessione. vogliamo comprendere e realizzare sistemi di prossimità. vogliamo condividere un percorso che ci può aiutare a comprendere meglio il nostro ruolo e definire quindi meglio le nostre azioni.

Mauro Giannelli

Responsabile della Formazione, Forum Nazionale del Terzo settore