Di Laura Bongiovanni

La Biennale della prossimità realizza e promuovne alla sua terza edizione la presenza di uno spazio di riflessione, confronto , dibattito, ricerca, dedicato alla prossimità. E’ nostro desiderio raccontare le esperienze, portarle alla ribalta al di la dei contesti territoriali specifici, farle dialogare, creare uno spazio di fertilizzazione incrociata di pratiche e strumenti, uno spazio di ispirazione e contaminazione.  Uno sguardo  che esplora i tratti comuni , evidenzia le specificità,  le possibilità di modellizzazione e replica. Un Osservatorio, come estensione dell’osservare , del centrare lo sguardo, perché abbiamo capito che le esperienze hanno bisogno di questo sguardo per dire di se, per scoprirsi nelle proprie potenzialità, per esserci. Una osservazione prossima essa stessa, prossima  alle altre esperienze, idee , riflessioni, elaborate da coloro che si interessano del tema dentro e fuori della Biennale, tutti inviatati a condividere e contribuire al confronto. I luoghi dell’OSSERVATORIO sono:

  • il racconto delle esperienze attraverso la voce dei protagonisti che si raccontano (rif.schede prossimità segnate in verde nel sito)
  • la ricerca sugli aderenti che indaga le caratteristiche, la sostenibilità , la replicabilità e la modellizzazione delle esperienze (rif.scheda rossa esisti prima indagine 2018)
  • la ricerca delle altre ricerche con la pubblicazione  dei contenuti e l’intervento e il coinvolgimento  degli esperti rif scheda …)
  • la promozione dei dibattiti, i confronti , le conferenze (rif scheda-.- rif seminari che abbiamo fatto)

Altri luoghi sono in   costruzione  e in  divenire con il contributo di tutti . SIETE INVITATI A PARTECIPARE!

Scrivi a biennaleprossimita@gmail.com