Un progetto essenziale: guadagnarsi da vivere lavorando onestamente e rivendicando opportunità per tutti, nessuno escluso. Né scorciatoie, né privilegi, le cooperative di inserimento lavorativo, quelle che perseguono l’obiettivo di poter lavorare a fianco dei compagni di vita più fragili domandano agibilità, diritti e regole certe, in cambio offrono ricadute sociali positive, benefici ambientali, e si impegnano a garantire qualità, efficienza e trasparenza. Una parte significativa della sfida ed un terreno anche simbolico di riscatto passa attraverso la gestione del ciclo dei rifiuti, una risorsa legata ad un “problema da risolvere”; un problema che in una società moderna può rappresentare una doppia opportunità in quanto la loro gestione può generare profitti contribuendo alla soluzione di un’emergenza sociale. Le cooperative di inserimento lavorativo si candidano alla gestione del ciclo dei rifiuti impegnandosi a restituire benefici collettivi in luogo degli utili privati che attualmente generano al Workshop del 6/6 alle 15.00 interverranno:

–  L’amministratore delegato di Amiu, Ivan Strozzi
–  L’avvocato giuslavorista Gabriele Moro e l’amministativista Luigi Gili
–  Il direttore generale della Cooperativa sociale Arcobaleno, Giancarlo Palazzo
–  Il coordinatore associazione nazionale Legacoop sociali, Diego Dutto

 

A seguire sono previsti gli interventi dei rappresentati delle coop sociali promotrici del workshop

Coordina il Presidente della cooperativa sociale La Formica, Pietro Borghini