Sabato 18 maggio, ore 14.30 – 17

Animato da Consorzio Emmanuel

 

E’ importante dare visibilità e voce a imprenditori, cittadini attivi, terzo settore ed istituzioni che vogliono giocare il proprio ruolo responsabilmente per lo sviluppo locale; si tratta di provare a immaginare insieme la città del domani, impegnandosi nella ricerca di spazi di azione comune nell’interesse di tutti e adottando la prossimità tra i principi ispiratori anche dei processi economici

Collocarsi nel territorio quali agenti per lo sviluppo locale richiede una triplice attenzione:

  • verso il passato, per comprendere i processi socio-economici che hanno forgiato lo spazio in cui si opera ed appropriarsi della cultura e della tradizione che generano la nostra identità;
  • verso il presente, per cogliere l’insieme delle dotazioni e dei giacimenti naturali ed artificiali a disposizione, insieme alle criticità ed ai freni che inibiscono lo sviluppo;
  • verso il futuro, che é in definitiva il vero banco di prova per capire se il nostro passato ed il nostro presente hanno o meno dei significati da proporre sulla scena del mondo.

Lo sviluppo è quindi una traiettoria nel tempo che valorizza le azioni umane ed i dinamismi che vi sono sottesi. Ed è per questo intimamente legato alle capacità relazionali degli attori sia individuali che colletivi che operano nello spazio. Sono infatti le relazioni che posso trasformare uno spazio tendenzialmente fisico, in luogo eminentemente sociale in cui si costruisce la comunità e le persone possono coerentemente perseguire il proprio ben-essere. Si opera in tal modo una trasformazione per cui il territorio cessa di essere un “oggetto” e diventa un “meta-soggetto”, formato dall’intrecciarsi di infinite relazioni fra le persone e gli attori che lo popolano.

Ecco perchè diventa importante dare visibilità e voce a imprenditori, cittadini attivi, terzo settore ed istituzioni che vogliono giocare il proprio ruolo responsabilmente per lo sviluppo locale. Come? Provando ad immaginare insieme la città del domani, impegnandosi nella ricerca di spazi di azione comune nell’interesse di tutti e adottando la prossimità tra i principi ispiratori anche dei processi economici.

PROGRAMMA

Intervento introduttivo (15 minuti) – Cosimo Borraccino – Assessore allo Sviluppo Economico della Regione Puglia

Il racconto di esperienze significative (max. 7 minuti a testa)

  • Fabio Tagarelli – Promotore della Rete “Taranto 25”
  • Aldo Castaldo – Presidente di Erredi Volley Taranto
  • Annalisa Adamo – Membro del CdA di A.M.I.U. Taranto

Moderatrice: Nicla Pastore

Scambio di esperienze facilitato da Daniele Ferrocino del Consorzio Emmanuel. Attraverso metodologie generative e partecipative, si favorirà la messa in rete di risorse, criticità e idee di prossimità legate allo sviluppo locale.